La tipica escoriazione dei bambini, la ferita da taglio dovuta all’incauto utilizzo di un coltello affilato, il taglio del chirurgo durante un’operazione: sono eventi che interessano ogni giorno milioni di persone. E come ricordo rimangono spesso delle cicatrici, quegli sgradevoli difetti contro i quali tuttavia non ci si deve dare per vinti. Un buon trattamento può infatti migliorare sensibilmente l'aspetto delle cicatrici. Ciò a cui dovete prestare attenzione nel trattamento delle cicatrici è riportato di seguito.

Lasciate scolorire le vostre cicatrici!

Non è possibile cancellare le cicatrici. Ci sono tuttavia strumenti e modalità di trattamento che consentono di renderle pressoché invisibili. Poiché il tessuto cicatriziale riesce a legarsi solo limitatamente all’umidità, si consiglia di iniziare con lo speciale trattamento per le cicatrici, sotto forma di crema o gel, subito dopo la chiusura della ferita. È importante sapere che la natura ci offre anche sostanze efficaci contro le cicatrici.

La stimolazione mirata della microcircolazione all’interno e attorno alla cicatrice accelera i processi metabolici e quindi anche rigenerativi nel tessuto. Pertanto si consigliano massaggi con oli essenziali rivitalizzanti. I mix di oli, per esempio di mandorla, avocado, olive, vinaccioli e jojoba, presentano buone proprietà massaggianti e riducono l’indurimento.

La natura ci fa un grande regalo per il trattamento delle cicatrici: la calendula

trattamento delle cicatrici

La calendula viene da sempre annoverata tra le più importanti piante medicinali cicatrizzanti. La sua azione antinfiammatoria, cicatrizzante e disinfettante le conferisce anche oggi la fama di “guaritrice delle ferite” nella medicina alternativa. Viene impiegata nel trattamento di suppurazioni cutanee, ferite e cicatrici con difficoltà di cicatrizzazione, ferite contuse e lacere, ragadi, congelamento eustioni della pelle. È risaputo che l’estratto stimola la formazione di tessuto di granulazione e ha proprietà immunostimolanti.

Importanti sono i preparati che riducono il prurito, soprattutto in caso di cheloidi (inspessimenti bitorzoluti). In questi casi nella cosmesi vengono utilizzate le classiche urea e allantoina, in medicina invece gli anestetici locali come la lidocaina.

Massaggi: l’ABC del trattamento delle cicatrici!

Applicate la crema per il trattamento delle cicatrici massaggiando lentamente e in modo mirato. In questo modo gli ingredienti possono penetrare meglio nella pelle. Bastano pochi minuti al giorno per un lungo periodo di tempo per rendere il tessuto cicatriziale più morbido, vellutato, flessibile ed elastico. L’aspetto della vostra cicatrice migliorerà, anche se non dovesse scomparire del tutto.

Ecco qualche altro suggerimento per ridurre sin dall’inizio la formazione delle cicatrici:

  • Trattate bene le vostre ferite in caso di lesioni
  • Iniziate quanto prima con il trattamento delle cicatrici
  • Evitate di tirare e di dilatare le cicatrici
  • Non esercitate nessun tipo di attrito sulla cicatrice, per esempio con gioielli o vestiti
  • Evitate la luce del sole e proteggete la vostra pelle dai raggi UV con una crema solare. Altrimenti le cicatrici possono diventare scure per sempre.


Per il vostro trattamento quotidiano delle cicatrici vi consigliamo le seguenti consolidate creme alle erbe JUST: